ver. 2.5 - 2019 62

   Corso di Flauto Traverso


Strumento musicale a fiato a canna cilindrica, in legno o in metallo, su cui sono praticati dei fori. Le note si ottengono con il frazionamento della colonna d'aria mediante l'apertura o chiusura dei fori. Fu strumento di notevole rilievo, con i crotali e il tamburello, nei culti misterici italici, ellenistici e romani.
Nel Medioevo compaiono in due specie: flauti diritti (o dolci, o a becco, o d'Inghilterra;), con imboccatura a becco, molto usati fino all'inizio del 18° sec.; e flauti traversi (o traversieri, o tedeschi;), che si suonano soffiando direttamente contro un'imboccatura laterale, e cui si collega lo strumento odierno. I traversi si imposero a partire dal Settecento, dopo i perfezionamenti apportati da C. Denner e J.J. Quantz.

Obiettivi formativi   → Docenti


HOME | DIDATTICA | CERTIFICAZIONI | RICERCA | DOCENTI | ORCHESTRA | PRIVATISTI | MUSICARD©
Ultimo aggiornamento: 18 Agosto 2019