ver. 2.5 - 2019 60

   Corso di Clarinetto


Strumento a fiato costituito da un tubo di legno (di ebanite o metallo) diritto che termina a una delle estremità con una piccola svasatura a campana e all'altra con un bocchino munito di ancia. Realizzato da J.C. Denner (circa il 1690) per modificazione del vecchio chalumeau francese, il clarinetto, dopo i molti perfezionamenti subiti dal Settecento, fu adottato dai maestri della scuola di Mannheim, e divenne da W.A. Mozart in poi uno dei principali strumenti dell'orchestra.  Il clarinetto è tagliato in diverse tonalità: più in uso nelle orchestre sono i clarinetti in si-b, in la e in do.
Per il loro timbro e per la distanza delle loro gamme si distinguono dai clarinetti normali i clarinetti piccoli in re, mi-b e la-b (utili per gli acuti, soprattutto nelle bande, dove hanno spesso la funzione che in orchestra hanno i violini), i clarinetti contralti , detti anche clarinetti baritoni, in mi-b e in fa, e i clarinetti in si-b.


Obiettivi formativi   → Docenti


HOME | DIDATTICA | CERTIFICAZIONI | RICERCA | DOCENTI | ORCHESTRA | PRIVATISTI | MUSICARD©
Ultimo aggiornamento: 22 Febbraio 2019